domenica delle palme

BENEDICI O SIGNORE(Gen Rosso)

AFORISMI DEL SIGNORE

domenica 1 aprile 2018

"PERCHE'CERCATE TRA I MORTI COLUI CHE E'VIVO?" PASQUA DI RESURREZIONE DEL SIGNORE LETTURE: At 10, 34a. 37-43; Sal 117; Col 3, 1-4; Mt 28,1-10





Liturgia della Parola

 Domenica

1 APRILE 2018





PASQUA DI RESURREZIONE
DEL SIGNORE

LETTURE: 
At 10, 34a. 37-43; Sal 117; Col 3, 1-4; Mt 28,1-10





Antifona d'Ingresso  Cf Sal 138,18.5-6
Sono risorto, sono sempre con te;
tu hai posto su di me la tua mano,
è stupenda per me la tua saggezza. Alleluia.



Colletta
O Padre, che in questo giorno, per mezzo del tuo unico Figlio, hai vinto la morte e ci hai aperto il passaggio alla vita eterna, concedi a noi, che celebriamo la Pasqua di risurrezione, di essere rinnovati nel tuo Spirito, per rinascere nella luce del Signore risorto. Egli è Dio...



PRIMA LETTURA At 10, 34a. 37-43
Noi abbiamo mangiato e bevuto con lui dopo la sua risurrezione dai morti.
 

Dagli Atti degli Apostoli

In quei giorni, Pietro prese la parola e disse: «Voi sapete ciò che è accaduto in tutta la Giudea, cominciando dalla Galilea, dopo il battesimo predicato da Giovanni; cioè come Dio consacrò in Spirito Santo e potenza Gesù di Nàzaret, il quale passò beneficando e risanando tutti coloro che stavano sotto il potere del diavolo, perché Dio era con lui.
E noi siamo testimoni di tutte le cose da lui compiute nella regione dei Giudei e in Gerusalemme. Essi lo uccisero appendendolo a una croce, ma Dio lo ha risuscitato al terzo giorno e volle che si manifestasse, non a tutto il popolo, ma a testimoni prescelti da Dio, a noi che abbiamo mangiato e bevuto con lui dopo la sua risurrezione dai morti.
E ci ha ordinato di annunciare al popolo e di testimoniare che egli è il giudice dei vivi e dei morti, costituito da Dio. A lui tutti i profeti danno questa testimonianza: chiunque crede in lui riceve il perdono dei peccati per mezzo del suo nome».

    C: Parola di Dio.
A: Rendiamo grazie a Dio.




SALMO RESPONSORIALE

  Dal Salmo 117


Questo è il giorno che ha fatto il Signore: rallegriamoci ed esultiamo.

Rendete grazie al Signore perché è buono,
perché il suo amore è per sempre.
Dica Israele:
«Il suo amore è per sempre».

La destra del Signore si è innalzata,
la destra del Signore ha fatto prodezze.
Non morirò, ma resterò in vita
e annuncerò le opere del Signore.

La pietra scartata dai costruttori
è divenuta la pietra d’angolo.
Questo è stato fatto dal Signore:
una meraviglia ai nostri occhi.


SECONDA LETTURA  Col 3, 1-4
Cercate le cose di lassù, dove è Cristo.

Dalla lettera di san Paolo apostolo ai Colossési
Fratelli, se siete risorti con Cristo, cercate le cose di lassù, dove è Cristo, seduto alla destra di Dio; rivolgete il pensiero alle cose di lassù, non a quelle della terra.
Voi infatti siete morti e la vostra vita è nascosta con Cristo in Dio! Quando Cristo, vostra vita, sarà manifestato, allora anche voi apparirete con lui nella gloria.

C: Parola di Dio.
A: Rendiamo grazie a Dio.


SEQUENZA PASQUALE


Alla vittima pasquale, s'innalzi oggi il sacrificio di lode.
L'agnello ha redento il suo gregge,
l'Innocente ha riconciliato noi peccatori col Padre.

Morte e Vita si sono affrontate in un prodigioso duello.
Il Signore della vita era morto; ma ora, vivo, trionfa.

«Raccontaci, Maria: che hai visto sulla via?».
«La tomba del Cristo vivente, la gloria del Cristo risorto,
e gli angeli suoi testimoni, il sudario e le sue vesti.
Cristo, mia speranza, è risorto; e vi precede in Galilea».

Sì, ne siamo certi: Cristo è davvero risorto.
Tu, Re vittorioso, portaci la tua salvezza.


  

ACCLAMAZIONE AL VANGELO 




Cf 1 Cor 5,7b-8a 
Alleluia, alleluia.
Cristo, nostra Pasqua, è immolato:
facciamo festa nel Signore.

Alleluia.
 


   
Vangelo Anno C  Lc 24,1-12
Perché cercate tra i morti colui che è vivo? 

Dal vangelo secondo Luca

Il primo giorno della settimana, al mattino presto [ le donne ] si recarono al sepolcro, portando con sé gli aromi che avevano preparato. Trovarono che la pietra era stata rimossa dal sepolcro e, entrate, non trovarono il corpo del Signore Gesù.
Mentre si domandavano che senso avesse tutto questo, ecco due uomini presentarsi a loro in abito sfolgorante. Le donne, impaurite, tenevano il volto chinato a terra, ma quelli dissero loro: «Perché cercate tra i morti colui che è vivo? Non è qui, è risorto. Ricordatevi come vi parlò quando era ancora in Galilea e diceva: "Bisogna che il Figlio dell'uomo sia consegnato in mano ai peccatori, sia crocifisso e risorga il terzo giorno"». Ed esse si ricordarono delle sue parole e, tornate dal sepolcro, annunciarono tutto questo agli Undici e a tutti gli altri. Erano Maria Maddalena, Giovanna e Maria madre di Giacomo. Anche le altre, che erano con loro, raccontavano queste cose agli apostoli. Quelle parole parvero a loro come un vaneggiamento e non credevano a esse. Pietro tuttavia si alzò, corse al sepolcro e, chinatosi, vide soltanto i teli. E tornò indietro, pieno di stupore per l'accaduto. 
___________________________________________________________________
   

C: Parola del Signore.
A: Lode a Te,o Cristo




«Voi non abbiate paura! So che cercate Gesù, il crocifisso. Non è qui. È risorto, infatti, come aveva detto»


PENSIERO DELLA DOMENICA
a cura di

Don LUCIO LUZZI




Image

1/04/2018

Domenica di Pasqua
Anno B



Risorti con Cristo,
”cercate le cose di lassù”



PENSIERO DELLA DOMENICA
+ VIDEO CORRELATO



                                       
ALLELUIA: CRISTO E’ RISORTO

                                        

Se hai l’opportunità di vivere con la Liturgia il triduo sacro (giovedì, venerdi,sabato) della settimana santa, puoi  seguire, ora per ora, il drammatico epilogo della vita terrena di Gesù, che dal punto di vista umano è stato un fallimento in tutti i sensi.

Negli apostoli, nelle pie donne, c’è soltanto sconcerto, delusione.

Non hanno coraggio di parlare, ma nei loro volti appare evidente lo sconforto e la tristezza che invade il loro cuore.

La prima protagonista di eventi che accentuano ancora più il dolore, è una grande innamorata di Gesù, Maria Maddalena.


Vede tolta la pietra dal sepolcro e deduce subito che è stato manomesso; mossa dal suo animo ardente, immediatamente torna indietro a dare la drammatica notizia.

Chiama in disparte Pietro e  Giovanni e dice loro:

“..hanno portato via il Signore dal sepolcro…e non sappiamo dove lo hanno messo..”.

Pietro quindi con quell’altro discepolo, vennero al sepolcro; correvano..l’altro più lesto…giunse primo..

Bellissima questa scena dei due che corrono per recarsi al sepolcro a costatare l’accaduto.


Partono tutti e due di corsa,  ma poco dopo Pietro, anziano, deve rallentare il passo; Giovanni invece, giovanissimo, corre veloce fino lassù; si affaccia sporgendo la testa entro la bassa apertura della celle interna mortuaria, ma non entra e con un gesto di grande rispetto, aspetta Pietro, il capo, che entrò per primo.

Stupenda la figura di questo ragazzo che vide e credette, perché, fino ad allora, non avevano compreso la Scrittura, che egli cioè, doveva risuscitare dal morti.

Pietro invece, entrato, guarda ed esamina le fasce  e sindone con spirito critico, ma ancora non crede, perché lui ha interpretato la Scrittura con mentalità ebraica, per cui il Messia doveva essere il trionfatore terreno.


Oggi per noi prorompe immediata la gioia dell’Alleluia!
Ma gioia di che cosa?
Ripeteva spesso Paolo:” se Cristo non fosse risorto, vana sarebbe la nostra fede…”

Eccolo il motivo della nostra grande esultanza.

Il di sopra di ogni nostra condizione o situazione terrena sfavorevole, oggi, io, tu, ed ogni cristiano possiamo e dobbiamo esultare di gioia perché con la morte di Cristo è venuta la nostra salvezza e, come Lui è risorto,così ognuno di noi risorgerà un giorno a vita nuova.

Io penso a te che durante l’anno sei sempre preso da mille occupazioni e preoccupazioni e provo per te, creatura di Dio, una grande tenerezza, perché istintivamente oggi lasci da parte tutto a vai anche tu alla Messa di Pasqua.

Saremo spiritualmente uniti e canteremo insieme il nostro alleluia.
Ad un certo punto il celebrante inviterà tutti ad un fraterno saluto di pace e di auguri.
Sarà bello dare la mano al tuo vicino e con un sorriso dirgli:” Buona Pasqua”.



 

Don Lucio Luzzi
Image

Image

Vie dello Spirito is Don Lucio Luzzi

Image


Don Lucio Luzzi 
 lo Staff di Vie dello Spirito e il Blog "Gesu'di Nazareth" 

augurano a tutti
Buona Pasqua di Risurrezione


Vie dello Spirito
Portale Cattolico Italiano
presenta

Video correlato
"La gioia vera"
Videoriflessione a cura di Don Lucio Luzzi - donlucioluzzi@virgilio.it 








GESU'DI NAZARETH
BLOG CATTOLICO

presenta il VIDEOVANGELO

"EGLI DOVEVA RISUSCITARE DAI MORTI"





"DALL'AURORA AL TRAMONTO"

(Balduzzi-Casucci)